• StregaMe

Tre Divinità dell'Amore



YEMANJA

Divinità che fa parte del Pantheon degli Orixas, nella cultura afro-brasiliana è uno degli Orixas più venerati, in Brasile la si invoca per proteggere gli innamorati, la famiglia ed il popolo del mare, è infatti considerata la Regina del Mare.


Una delle leggende narra che la bellissima Yemanja era la moglie di Xango, con lui concepì un figlio che si innamorò di lei e cercò di violentarla, Yemanja disperata dal gesto, nel tentativo di fuggire dal figlio cadde, i suoi seni ed il suo ventre toccando il terreno e diedero origine al mare, ai fiumi ed ai laghi.




















Ogni anno il 2 febbraio sulla spiaggia di Salvador de Baia si fa una grande festa in suo onore, le persone chiedono grazie e protezione portandole regali come offerta. Le offerte vengono messe su delle barchette adornate di fiori e fatte salpare in mare, se la barchetta raggiunge il largo e affonda Yemanja ha accettato la richiesta di aiuto con l’offerta, se la barchetta torna a riva allora l’offerta è stata rifiutata.


Nella tradizione il suo giorno è il sabato, i suoi colori l'azzurro e il rosa, i suoi elementi sono la luna, le rose, le conchiglie, la stella marina ed i pesci.



AFRODITE o VENERE










Dea dell’Amore e della bellezza che i romani chiamavano Venere, è stata musa ispiratrice di poeti, pittori e scultori tra i quali Botticelli che l’ha raffigurata nel famoso dipinto “La Nascita di Venere” .


Ci sono due versioni della nascita di Afrodite, Omero racconta che è figlia di Zeus e della Ninfa del mare Dione, Esiodo racconta che Crono tagliò i genitali del padre Urano e li getto’ in mare, dalla fecondazione dello sperma con l’oceano nacque Afrodite Dea già adulta. Nel dipinto “La nascita di Venere” Botticelli la raffigura che emerge dal mare su una conchiglia, con una pioggia di petali di rose e spinta a riva dalle divinità dei venti. Nella mitologia Afrodite ebbe molti amanti tra i quali Ares, Dio delle guerra, con il quale ebbe tre figli, Ermes, messaggero degli dei e secondo alcuni racconti Eros altro Dio dell’ amore era figlio di Afrodite. Molti templi sono stati eretti per il culto della Dea che nata dal mare era la protettrice dei naviganti ma anche di coloro che amano per il piacere di amare, che si innamorano spesso e volentieri, con la consapevolezza di avere sex appeal. Il suo giorno è il venerdì , tra i suoi simboli ci sono le rose, il melograno frutto rosso come la passione, le mele dorate.

FREYJA

























Il suo nome in norreno significa Signora, bellissima Divinità Nordica, con virtù profetiche, raffigurata con lunghi capelli dorati ed occhi blu è considerata la Dea dell'amore sessuale, della bellezza, dell'oro, della seduzione e della fertilità.

È la moglie dI Óör con il quale mette al mondo due figlie Gorsimi e Hnoss, sinonimi di "tesoro". Freyja a causa del marito soffre le pene d'amore e piange di lacrime d'oro ma nonostante la sua sofferenza non e’ stata una moglie fedele ed ha avuto molti amanti ed i suoi canti d’amore detti "Le liriche amorose" sono ufficialmente vietati ma tutt’ora sono diffusi nelle alcove. Tra le sue numerose peculiarità, Freyja annovera quella di esperta nelle arti magiche con cui poteva realizzare divinazioni e incantesimi a distanza. Nella leggenda possiede la collana Brisingamen forgiata dai nani che glie la donarono a patto che giacesse con loro. Il suo giorno sacro è il venerdì, i suoi fiori sono le rose, il suo metallo è l’oro e la pietra l’ambra. Ogni culto ed ogni tradizione ha delle regole ben precise, se richiedi l'aiuto o la protezione delle Dee mi raccomando di rispettarle e ringraziare sempre dopo aver fatto la richiesta. A presto StregaMe Fonti : Le Dee dentro la donna J.S. Bolen, Wikipedia Foto: Web con licenza free

#Divinità #Culti #tradizioniafrobrasiliane #Amore #Tradizioni

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon

Scrivimi

© 2025 by StregaMe P.Iva 11337440967

Privacy Policy